Area Carcere

Adozioni della misericordia nel carcere di cremona

 

La proposta per parrocchie, oratori, famiglie, associazioni, ordini religiosi, aggregazioni ecclesiali e singoli è di un contributo mensile di 20 euro per l’adozione a distanza di uno dei detenuti in situazione di povertà assoluta del carcere cittadino

Il sostegno con le Adozioni della Misericordia

Per sottoscrivere l’Adozione della Misericordia è possibile effettuare donazioni (deducibili/detraibili) attraverso i seguenti canali:
presso gli Uffici di Caritas Cremonese (via Stenico 2B, Cremona)

con carta di credito attraverso il servizio “Dona ora” su www.caritascremonese.it
su conto corrente postale n. 68411503 intestato a Fond. San Facio Onuls
su conto corrente bancario Iban: IT 57 H 05156 11400C C054 0005 161 – Banca di Piacenza – via Dante 126 – 26100 Cremona – intestato a Fond. San Facio Onuls
su conto corrente bancario Iban: IT 95 Z 03500 11403 0000 0000 3333 – Banco di Brescia – intestato a Caritas Cremonese – Diocesi di Cremona

Indicando coma causale “Adozione della Misericordia”.

_______________________________________________________

“Ero carcerato e siete venuti a trovarmi

(Mt25,26)

Messaggio del Vescovo

Vi dico che così ci sarà più gioia in cielo per un solo peccatore che si ravvede, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di ravvedimento”.(Lc 15, 7)

Gesù, Signore e Pastore del suo popolo, chiede a tutti i cristianidi collaborare alla venuta del Regno anche attraverso la solidarietà e la vicinanza verso chi ha smarrito la strada. Anche chi si trova in carcere a causa del male provocato non può essere lasciato a se stesso e dimenticato. Su questa convinzione si fonda il progetto “Fratello lupo”, che si ispira alla figura di Francesco d’Assisi e al suo incontro col lupo di Gubbio.
Attraverso l’ascolto e il sostegno materiale e umano, il progetto vuole favorire la riabilita­zione della persona testimoniando che con la misericordia di Dio e con la solidarietà dei fratelli ci si può rialzare anche dalle cadute più rovinose.

+Dante , vescovo

 

Centro d’ascolto carcere

Attivo all’interno della Casa Circondariale di Cremona

 servizi:

Ascolto,  Sostegno,  Relazione d’aiuto,  Orientamento,  Interventi per le situazioni di forte disagio e povertà

 

 

____________________________________

Progetto Vestiti

 

scarica la locandina  Progetto vesiti

  

Il materiale può essere consegnato presso gli uffici della Caritas diocesana 

Alcuni detenuti sono privi di una rete familiare alle spalle o si trovano in condizioni di povertà e indigenza tali da non avereneppure la possibilità di procurarsi un abbigliamento adeguato alle mutevoli condizioni climatiche.

Non è per nulla raro, infatti, che alcune persone debbano affrontare la carcerazione solo con il vestiario indossato al momento dell’arresto, così come è anche frequente incontrare carcerati, fermati durante l’estate, costretti ad affrontare l’inverno con i soli indumenti estivi posseduti.

Related posts