Quaresima, Napolioni: «Buon Samaritano icona della nostra umana condizione»

«Olio e vino per le ferite» il titolo della riflessione di mons. Napolioni. In questo tempo forte parrocchie mobilitate per raccogliere soldi e medicine per la crescente emergenza sanitaria

In occasione della Quaresima, che avrà inizio il 1° marzo 2017, mercoledì delle ceneri, il vescovo di Cremona, mons. Antonio Napolioni, ha indirizzato ai sacerdoti e fedeli della diocesi un messaggio dal titolo: «Olio e vino per le ferite».

 

Scarica il messaggio del vescovo Napolioni per la Quaresima 2017 (formato pdf)

Scarica la locandina della Quaresima di carità 2017

 

Lo scorso anno scrivevo questo messaggio prima ancora di giungere a Cremona, mentre nelle Marche preparavo il trasloco per la nuova esperienza di servizio pastorale e di vita a cui ero stato chiamato.

Continua →

Caritas diocesana di Cremona, organismo pastorale della Chiesa di Cremona, esprime vivo rammarico per l’ingiusto accostamento fatto dai mezzi di comunicazione locali del proprio nome alla vicenda giudiziaria che ha riguardato un profugo.

Tale associazione risulta fuorviante circa l’impegno quotidiano che Caritas opera a favore degli ultimi attraverso le proprie strutture: centro d’ascolto, dormitorio, centro di prima accoglienza (in convenzione col Comune di Cremona) ecc. In questi luoghi, autentici ospedali da campo secondo la definizione di papa Francesco, ogni giorno, vengono accolte, ascoltate e aiutate decine di persone grazie all’impegno di operatori e volontari. Molte di queste persone sono spesso accompagnate o indirizzate alle strutture Caritas, a qualsiasi ora del giorno e della notte,  da parte di sacerdoti, volontari, associazioni, enti locali, forze dell’ordine ecc. Tutto questo lavoro silenzioso che caratterizza il mandato statutario di Caritas avviene quotidianamente, 365 giorni l’anno, senza alcun titolo in prima pagina o nei telegiornali.

Continua →

 

Il progetto di Caritas cremonese e pastorale giovanile prevede la presenza di gruppi oratoriani o parrocchiali per animazioni e vicinanza concreta agli sfollati

Si intitola “Diamoci una mano” il progetto di gemellaggio tra le diocesi di Camerino-San Severino Marche e Cremona ideato e concretizzato da Caritas diocesana e ufficio di pastorale giovanile a favore delle popolazioni duramente colpite dal recente terremoto. «Dopo la primissima emergenza – si legge nel comunicato dei due organismi – si guarda al futuro e si cercano sinergie preziose perchè quelle terre possano risollervarsi».

Scarica la brochura informativa del progetto “Diamoci una mano”

Continua →

Caritas Cremonese, Diocesi di Cremona